XVII Edizione di “Città per la Vita, Città contro la Pena di Morte”

Oggi, più di due terzi dei paesi al mondo hanno abolito la pena capitale per legge o nella pratica.

XVII EDIZIONE DI “CITTA’ PER LA VITA, CITTA’ CONTRO LA PENA DI MORTE

La pena di morte o pena capitale è una sanzione penale la cui esecuzione consiste nel togliere la vita al condannato.

Oggi, più di due terzi dei paesi al mondo hanno abolito la pena capitale per legge o nella pratica. Nel 2017, sono state messe a morte almeno 993 persone in 23 paesi. La maggioranza delle sentenze capitali sono state eseguite nell’ordine in: Cina, Iran, Arabia Saudita, Iraq e Pakistan.
La pena di morte in Italia, invece, è stata in vigore fino al 1994 nel codice penale civile (con l’eccezione del periodo 1889-1926) e fino al 1994 nel codice penale militare di guerra.

Il Gran Ducato di Toscana, in data 30 novembre 1786 sotto il regno di Pietro Leopoldo Asburgo Lorena, per la prima volta nel mondo abolì con atto formale la la tortura e la pena capitale, benché quest’ultima poi venisse nuovamente promulgata nel 1853 ed espulsa nuovamente nel 1861.
Ad oggi possiamo affermare che la pena di morte viola il diritto alla vita.

La Dichiarazione universale dei diritti umani, del 1948, e altri trattati regionali e internazionali, che chiedono l’abolizione della pena di morte, riconoscono il diritto alla vita.
La pena di morte è una punizione crudele e disumana. La sofferenza fisica causata dall’azione di uccidere un essere umano non può essere quantificata, né può esserlo la sofferenza mentale causata dalla previsione della morte che verrà per mano dello Stato. Sebbene le autorità dei paesi mantenitori continuino a cercare procedure sempre più efficaci per eseguire una condanna a morte, è chiaro che non potrà mai esistere un metodo umano per uccidere.

La pena di morte è sinonimo di discriminazione e repressione. Nelle mani di regimi autoritari, la pena capitale è uno strumento di minaccia e repressione che riduce al silenzio gli oppositori politici.

La pena di morte non rispetta i valori di tutta l’umanità. I diritti umani sono universali, indivisibili e interdipendenti. Derivano da molte e diverse tradizioni nel mondo e sono riconosciuti da tutti i membri delle Nazioni Unite come standard verso i quali hanno accettato di conformarsi.

Tag:

POST A COMMENT

You must be logged in to post a comment.

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG