Sabato 23 settembre nell’ambito della Notte Verde si parla di biodiversità

Alle ore 9.00 inaugurazione mostra “La rete della biodiversità in Emilia – Romagna”, alle ore 10.00 presso l’auditorium Cariromagna un evento per le scuole ” Perchè salvare la biodiversità?”

IN MOSTRA A FORLÌ LA RETE DEI FRUTTETI DELLA BIODIVERSITÀ

La mostra sarà presente a Forlì dal 23 settembre al 1 ottobre 2017 presso l’ingresso della residenza comunale di via delle Torri 3

Non basta salvare la diversità rurale che è alla base della nostra alimentazione, ma occorre salvare anche il sapere tradizionale che sta dietro a ogni coltura: come si coltivava, come e quando si raccoglieva, come si conservava e come la si utilizzava al meglio in cucina. Questa memoria che ci viene dalle esperienze degli agricoltori tradizionali è l’etnodiversità ed è fondamentale conoscerla perché altrimenti, anche se abbiamo recuperato una varietà antica o una razza, ma non sappiamo comecoltivarla e utilizzarla al meglio è come aver-la persa per sempre.

Durante la Settimana del Buon vivere a Forlì due appuntamenti per conoscere e capire la biodiversità rurale: sabato 23 settembre alle 9, presso la residenza comunale, l’Assessore Zaccarelli inaugurerà la mostra e alle 10 Sergio Guidi di ARPAE racconterà la biodiversità alle scuole all’auditorium Cariromagna alla presenza dell’Assessora Creta.

Nell’ambito di una convenzione fra la Regione Emilia-Romagna e Arpae Emilia-Romagna è stata realizzata una Rete dei Frutteti della Biodiversità, la prima non solo nella nostra regione ma anche in Italia ed è costituita da 8 giardini frutteti dove si conservano i gemelli delle piante da frutto più antiche della regione. Si tratta di piante molto rustiche che praticamente non hanno bisogno di trattamenti antiparassitari. La mostra descrive questa rete ed è costituita da 8 pannelli collegati ai vari giardini.

Lo scopo della mostra è quello di far conoscere ai visitatori, ai cittadini e in particolare ai giovani quali sono le radici della nostra agricoltura e i frutti capostipiti della nostra frutticoltura. Attraverso questa rete di frutteti sarà possibile, in base alla Legge regionale n. 1 del 29/01/08, conservare il germoplasma delle antiche varietà fruttifere della nostra regione: la Regione stessa riconosce questi frutteti come “Banche del Germoplasma” le cui varietà saranno oggetto di conservazione e valorizzazione.

La divulgazione di queste conoscenze fra gli studenti e i giovani deve spingere a realizzare in ciascuna scuola attività didattiche volte all’approfondimento della conoscenza di tale patrimonio, ma anche ad adottare qualcuna di queste piante storiche coltivandole nel giardino del proprio istituto.

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG