Le proposte dei Comuni per il Piano Gestionale rifiuti

Comunicato stampa congiunto Comune di Forlì (FC) e Comune di Coriano (RN)

LE PROPOSTE DEI COMUNI PER IL PIANO REGIONALE GESTIONE RIFIUTI
Comunicato stampa congiunto Comune di Forlì (FC) e Comune di Coriano (RN)

Il piano regionale gestione rifiuti è lo strumento che determinerà le politiche ambientali della Regione Emilia-Romagna per i prossimi quindici anni. La transizione da una pianificazione provinciale a una sovra-provinciale determina effetti molto rilevanti, una scelta che è condivisibile solo se consente di ridurre il numero di impianti e promuove economie di scala.

Si è quindi di fronte ad un cambiamento significativo della Gestione dei Rifiuti della Regione per cui i Sindaci, che hanno responsabilità diretta in materia di di governo del territorio, hanno manifestato una approvazione sugli obiettivi generali del Piano e la necessità di includere miglioramenti e limiti volti ad escludere, con serie preoccupazioni espresse anche al Ministero dell’Ambiente, la possibilità di importare rifiuti urbani indifferenziati extra regionali.

Il percorso di approvazione di uno strumento così complesso richiede diversi passaggi e audizioni con tutti i livelli della società regionale.

Al fine di non rallentare ulteriormente il processo di approvazione, che richiede circa un anno, gli Enti locali hanno stabilito in sede ANCI di esprimere un parere favorevole alla proposta di piano regionale gestione rifiuti, pur richiedendo alcune modifiche sostanziali.

(http://www.regione.emilia-romagna.it/cal/il-cal-e-le-sue-articolazioni/le-commissioni/sedute/24-gennaio-2014-iii-commissione/osservazioni-anci-su-piano-regionale-dei-rifiuti/view).

In particolare, ANCI ha costituito quattro gruppi di lavoro, che nei primi giorni di marzo, elaboreranno proposte di miglioramento e osservazioni al Piano.

1) Gruppo di lavoro su strumenti di verifica del piano e trasparenza dei dati, coordinato dal sindaco di Fusignano (RA).

2) Gruppo di lavoro su obiettivi del piano, obiettivi che dovranno considerare non solo la percentuale di raccolta differenziata, ma anche il valore di rifiuto indifferenziato residuo per abitante equivalente, coordinato dall’assessore all’ambiente del Comune di Modena.

3) Gruppo di lavoro su analisi dei costi e delle tariffe, per sostenere gli investimenti necessari per realizzare una raccolta differenziata di qualità, anche attraverso strumenti di fiscalità ambientale legati allo smaltimento in discarica o con inceneritori, coordinato dal sindaco di Nonantola (MO).

4) Gruppo di lavoro per la valutazione economica comparativa tra lo scenario del piano e scenari alternativi con numero minore di impianti di incenerimento, coordinato dall’assessore all’ambiente del Comune di Forlì.

L’amministrazione regionale si è impegnata a considerare e verificare queste proposte durante il percorso di approvazione del piano regionale gestione rifiuti.

Le amministrazioni comunali si augurano inoltre che il nuovo Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti , al quale vengono formulati i migliori auguri di lavoro proficuo, tenga conto della qualità del Piano Regionale e dei suoi obiettivi e delle preoccupazioni dei Sindaci e dei territori per il possibile smaltimento negli impianti regionali dell’Emilia Romagna dei rifiuti Regionali.

FN075
22 febbraio 2014

Tag:, ,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG