Qualità dell’aria del territorio forlivese: le azioni contro lo smog

La Giunta Comunale di Forlì ha adottato una decisione in merito ai provvedimenti relativi all’accordo della Qualità dell’Aria regionale. In base alla nuova ordinanza non vi saranno limitazioni nelle giornate del 17 e 20 gennaio, in accordo alle richieste delle associazioni economiche.

QUALITÀ DELL’ARIA DEL TERRITORIO FORLIVESE: LE AZIONI CONTRO LO SMOG

Questa mattina, martedì 15 gennaio 2013, la Giunta Comunale di Forlì ha adottato una decisione in merito ai provvedimenti relativi all’accordo della Qualità dell’Aria regionale. A causa delle condizioni climatiche, infatti, la qualità dell’aria del nostro territorio continua ad essere molto critica.

Dal 4 al 12 gennaio 2013 le centraline della provincia hanno superato per nove giorni consecutivi i livelli giornalieri di PM10. Queste condizioni rappresentano un rischio per la salute ed è necessaria un’azione emergenziale ma soprattutto un’azione strutturale.

Nuovi provvedimenti

A tale riguardo l’Amministrazione comunale evidenzia di apprezzare particolarmente la collaborazione con tutte le associazioni economiche e le parti sociali del territorio perché un’azione realmente efficace è possibile solo attraverso l’impegno e la collaborazione con tutte le componenti della comunità.

Pertanto la richiesta delle associazioni economiche di estendere le limitazioni al traffico a tutto il territorio urbano (vedi mappa allegata) e solo nei casi in cui si verifichino sette superamenti consecutivi dei limiti giornalieri è stata accolta e approvata. Risulta altresì chiaro che i blocchi in situazioni di emergenza non rappresentano una soluzione ma solo uno strumento per portare all’attenzione di tutti le criticità. In base alla nuova ordinanza non vi saranno limitazioni nelle giornate del 17 e 20 gennaio, in accordo alle richieste delle associazioni economiche.

Impegno comune contro le polveri sottili

Le polveri sottili (PM10) sono prodotte da tre principali sorgenti: condizionamento ambientale (riscaldamento), attività produttive e traffico.

Quali azioni possono fare i cittadini?

- Verificare i propri impianti di condizionamento ambientale e limitare le temperature interne delle proprie abitazioni.
- Utilizzare i mezzi pubblici per i percorsi programmabili: casa-lavoro e casa-scuola.
- Verificare la possibilità di riqualificare energeticamente le proprie abitazioni, meno consumi di combustibile, meno inquinamento e meno spese.

Quali azioni stanno facendo le amministrazioni?

- Promozione del trasporto pubblico.
- Verifica dei limiti di emissione delle attività produttive e accurato monitoraggio ambientale.
- Campagne di sensibilizzazione.
- Incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici.La transizione tra il modello attuale e quello necessario per ridurre le emissioni è un obiettivo complesso cui tutti debbono contribuire.

L’obiettivo che l’amministrazione ha fissato per la mobilità è la riduzione del 20% del trasporto privato a favore dei mezzi pubblici. Tale obiettivo si può raggiungere solo attraverso una azione congiunta.
Questi eventi saranno l’occasione per verificare quali mezzi pubblici sono disponibili per i collegamenti casa-lavoro e per promuoverne l’utilizzo.

FN022
15 gennaio 2013

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG