Palazzo Romagnoli: nuova sede delle collezioni del Novecento

Dal 2 gennaio apertura dell’esposizione permanente ospitata a Palazzo Romagnoli, via Albicini n. 12, Forlì.

PALAZZO ROMAGNOLI: NUOVA SEDE DELLE COLLEZIONI DEL NOVECENTO .

Dal 2 gennaio apertura dell’esposizione permanente ospitata a Palazzo Romagnoli, via Albicini n. 12, Forlì.

Nella suggestiva cornice di Palazzo Romagnoli si possono ammirare, in esposizione permanente, i gioielli artistici dell’età contemporanea di proprietà delle raccolte civiche e al piano terra la straordinaria Collezione Verzocchi, che raccoglie opere di artisti italiani di generazioni diverse e di diverse tendenze artistiche, da Guttuso a Donghi, da Vedova a De Chirico, da Depero a Sironi. Il nuovo percorso espositivo continua al primo piano dove trovano collocazione gli oli e le incisioni di Giorgio Morandi della Donazione Righini, le sculture di Wildt legate alla figura di Raniero Paulucci de Calboli e “La Grande Romagna”, selezione di opere pittoriche e plastiche rappresentative del vasto e composito patrimonio novecentesco forlivese.
Dal 2 gennaio il museo sarà aperto dal martedì alla domenica (ore 9.00-13.00) e il martedì pomeriggio (ore 15.00-17.30).

Per informazioni tel. 0543 712627 – 0543 712602, www.cultura.forli.fc.itmusei@comune.forli.fc.it.

 

FN707
27 dicembre 2013

 

 

DOMENICA 22 DICEMBRE: APRE A FORLI’ LA NUOVA SEDE DELLE COLLEZIONI DEL NOVECENTO A PALAZZO ROMAGNOLI
In esposizione permanente i capolavori della Collezione Verzocchi e altri gioielli artistici delle raccolte civiche

Domenica 22 dicembre, alle ore 15.30, aprirà al pubblico la nuova sede delle Collezioni del Novecento di Palazzo Romagnoli, in via Albicini. Nella suggestiva cornice dello storico edificio forlivese si potranno ammirare, in esposizione permanente, i gioielli artistici dell’età contemporanea di proprietà delle raccolte civiche. Situato nel cuore della città vecchia, a pochi passi dai Musei San Domenico, Palazzo Romagnoli ospita al piano terra la straordinaria Collezione Verzocchi, nata dalla volontà di un affermato imprenditore forlivese, Giuseppe Verzocchi, per celebrare il tema del lavoro, lo spirito imprenditoriale e la qualità dell’opera umana. La collezione, che venne da lui donata al Comune di Forlì il 1° maggio 1961, in occasione della Festa dei Lavoratori, raccoglie opere di artisti italiani di generazioni diverse e di diverse tendenze artistiche, da Guttuso a Donghi, da Vedova a De Chirico, da Depero a Sironi, accomunati, oltre che dal tema, dalla presenza sulla tela di un piccolo mattone refrattario, simbolo dell’attività imprenditoriale di Giuseppe Verzocchi (Forlì 1887 – Milano 1970). La sua singolare impresa industriale viene illustrata attraverso l’esposizione di tutti i dipinti e viene contestualmente narrata a partire da una selezione di documenti, fra i quali fotografie, oggetti e testimonianze scritte. Il nuovo percorso espositivo di Palazzo Romagnoli continua al primo piano dove trovano collocazione gli oli e le incisioni di Morandi della Donazione Righini, le sculture di Wildt legate alla figura di Raniero Paulucci de Calboli e “La Grande Romagna”, selezione di opere pittoriche e plastiche rappresentative del vasto e composito patrimonio novecentesco forlivese. Le collezioni saranno visitabili anche nei giorni 27, 28 e 29 dicembre dalle ore 10,00 alle 13,00 e dal 2 gennaio 2013 dal martedì alla domenica (ore 9,00-13,00) e il martedì pomeriggio (ore 15,00-17,30).

FN689
17 dicembre 2013

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG