Circoscrizione 3: dichiarazione dell’Assessorato al Decentramento e Partecipazione

Precisazioni dell’Assessorato al Decentramento e Partecipazione del Comune di Forlì.

CIRCOSCRIZIONE 3: DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORATO AL DECENTRAMENTO E PARTECIPAZIONE

In merito alle dichiarazioni politiche, fuorvianti e strumentali, rilasciate da un esponente della lista civica DestinAzione Forlì sulla sede della Circoscrizione n.3 e pubblicate da organi di informazione locale, l’Assessorato al Decentramento e Partecipazione del Comune di Forlì ritiene doverose alcune precisazioni.

L’immobile in cui hanno sede la Circoscrizione 3 e le realtà che gravitano attorno alla stessa (Centro di aggregazione giovanile “Officina 52”, biblioteca decentrata per bimbi e ragazzi “Luca Bertozzi”, biblioteca per non vedenti “Spartaco Fabbri”, Comitato di Quartiere Musicisti-Grandi Italiani, una quindicina di associazioni tra cui Laboratorio Mondo, gli anziani del quartiere, Emergency…) è interessato da gravi questioni di stabilità, che in questi ultimi tempi si sono acuite fino a raggiungere livelli davvero preoccupanti. L’Amministrazione comunale di Forlì sta lavorando molto intensamente per avere tutti gli elementi che la mettano in grado di decidere quale soluzione perseguire per risolvere tali questioni finalmente in via definitiva.

Esattamente a tal fine, ossia acquisire elementi certi su cui fondare una decisione definitiva, che sia la più praticabile sia dal punto di vista strutturale sia economico, nella seduta di Giunta di ieri, mercoledì 5 giugno, si è dato mandato agli Uffici tecnici dei Lavori Pubblici di definire:

- se sia possibile recuperare l’immobile attuale (gravemente danneggiato);
- se sì, che costi si sosterrebbero per tale operazione di recupero;
- se no, quanto costerebbe realizzare un prefabbricato esattamente al posto dell’immobile esistente e non da un’altra parte, preventivamente demolendo l’immobile stesso, ciò al fine di non consumare ulteriore territorio all’interno dell’area verde interessata.

Solo dopo aver acquisito tali elementi da parte degli Uffici tecnici dei Lavori Pubblici, ai quali sono stati assegnati tempi molto ristretti per le verifiche necessarie, si potrà procedere con una decisione che miri a:
- continuare a dare risposta ai cittadini con l’espletamento di diversi servizi e attività richieste dai cittadini stessi e che da anni caratterizzano fortemente quella parte di città;
- continuare a tenere presidiata un’area verde di pregio per posizione e frequentazioni, la quale diversamente cadrebbe in una situazione di degrado che non farebbe il bene di nessuno.

Il tutto sostenendo i minori costi/disagi possibili sia dal punto di vista economico sia di utilizzo del territorio, ma con strutture funzionali e anche compatibili con l’ambiente ospitante. Queste le richieste precise e puntuali fatte dalla Giunta agli Uffici tecnici del Comune, al fine di addivenire a una decisione definitiva che ancora non c’è, a differenza di quello che sostiene la Consigliera Cimatti, ma sulla quale si sta lavorando con grande attenzione. Il fatto poi che le tre Circoscrizioni cittadine, informate di quanto stava accadendo in sede di Conferenza dei Presidenti, abbiano deciso con solerzia, spontaneamente e in via preventiva con i propri Consigli di mettere a disposizione dell’Amministrazione una parte delle loro reciproche risorse per la realizzazione del percorso che verrà definito come il migliore (per qualità e costi) fa onore alle Circoscrizioni stesse e ai singoli Consiglieri che hanno votato a favore di questa scelta. Non certo imposta, ma piuttosto dettata dal prezioso sentimento di solidarietà e senso di responsabilità.

“A tale riguardo – afferma l’Assessore al Decentramento e Partecipazione Katia Zattoni – colgo l’occasione per ringraziare i Presidenti e i singoli Consiglieri che hanno fatto questa scelta, evidenziando che la città di Forlì è una, una e unita, pronta ad intervenire là dove si presenti un problema grave. Mi sembra una buona prassi nata e applicata del tutto spontaneamente. Da soli si andrà più veloci, ma insieme di certo si va più lontano: questo hanno dimostrato con la loro decisione le tre Circoscrizioni di Forlì, pur in un momento difficile per tutti, e in qualche modo di più per loro stesse, destinate a non essere più parte attiva di questa città fin dal prossimo anno. Un bel insegnamento, reso alla fine di un percorso, di un’esistenza, umilmente e generosamente. Partecipazione alla continuazione delle vita della propria città, al di là del luogo, al di là dei muri, al di là degli steccati. Tutti dovremmo prendere esempio. Tutti

FN300
6 giugno 2013

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG