Crisalide XX edizione: Programma del 6/7 settembre – Venerdì – sabato e domenica mostra fotografica

L’immagine (dogmatica) del pensiero, uno dei principali bersagli critici del pensiero di Gilles Deleuze, viene assunta da Masque come linea guida per riflettere sulla tessitura di regole precostituite che indirizzano, limitandolo, l’atto del pensare.

CRISALIDE XX EDIZIONE: PROGRAMMA DEL 6/7 SETTEMBRE

VENERDI’ 6 SETTEMBRE

ore 19 > 20.30 | Enrico Fedrigoli_ 10×12 | Palazzo Albertini |

venerdì – sabato – domenica

mostra fotografica

10 X 12 è il formato pellicola del banco ottico che uso in teatro da ormai 20 anni. Questa misura impone un’altra visione del teatro: è lentezza veloce, è luce oscura, è movimento immobile. 10 x 12 è architettura delle scene, del corpo, del pensiero, dell’invisibile. 10 X 12 è costruzione mentale e progettazione. 10 X 12 è un modo di interpretare. Questa mostra è il viaggio intrapreso a partire dalle prime sperimentazioni fino agli ultimi lavori.

h 15 > 18 | Critica della Ragion Creativa – laboratorio filosofico | Palazzo Albertini |

a cura di: Paolo Vignola
con: Riccardo Baldissone / Vincenzo Cuomo / Eleonora de Conciliis / Alberto Martinengo / Alessia Solerio /

2° giorno – Poteri

Alberto Martinengo, Costruire mondi di immagini
Alessia Solerio, Linee guida per un’archeologia del pensiero proporzionale
Riccardo Baldissone, Sul contributo della descrizione critica dei poteri alla loro costruzione
Eleonora de Conciliis, Il potere pastorale come potere comparativo
Vincenzo Cuomo, Potere dei media e pratiche (artistiche) di libertà
Paolo Vignola, Biopoteri e biopolitiche della cura

ore 20.30  Francesca Proia - Voce lattea - lettura performance* replica ore 21 | prenotazione necessaria

un progetto di Francesca Proia / collaborazione artistica Danilo Conti, Antonella Piroli

Immagino una ghirlanda di lettere. La voce ritaglia una forma che risuona. Attraverso le parole produrre una vibrazione curativa densa e allargata. Tessere una struttura sottile precisa e percepibile con la quale avvolgere gli ascoltatori. La lettura terapeutica si basa sulla tecnica della voce lattea: la voce parlata che, attraverso dettagli e ritmi diviene letteralmente un balsamo che lenisce le ferite del cuore. La lettura diventa un modo immediato perché il pubblico possa sperimentare concretamente l’idea di realtà sotto la realtà, realtà che si schiude attraverso il mistero del suono. L’idea è quella di creare, proprio più che una performance, una pratica che possa essere immediata e condivisibile da tutti.

 

ore 21.30 Eleonora Sedioli – Il presente – performance

corpo Eleonora Sedioli / macchine Lorenzo Bazzocchi / elettronica Matteo Gatti / produzione Masque teatro

Una lamiera è sospesa su pistoni pneumatici che ne variano il profilo imponendole perimetri variabili. La superficie metallica accoglie la figura. Il corpo aderisce alla sinusoide d’acciaio, ne coglie le variazioni, arcua la linea dell’orizzonte, ritorna in stato di quiete. Materia inerte che viene modellata, la figura si pone costantemente in un divenire simbiotico.
Valvole pneumatiche soffiano aria nei pistoni-colonne.

ore 22 Florinda Cambria – Gesto e gestazione del pensare – filosofia

Una riflessione sulla matrice gestuale del pensiero come azione vivente, metamorfica, generativa.

ore 23 Matteo Ramon Arevalos / Maria Chiara Zenzani – RedRocks – concerto performance

Dalle risonanze armoniche della tanpura elettronica posizionata all’interno del pianoforte prende forma Rituel per Pianoforte e tanpura elettronica composto in Raga Kalyan, raga che nella tradizione della musica classica indiana è da suonarsi solo di sera. Il suono permeato di armonici conduce a una trasformazione sonora e visiva dove rocce rosse vengono posizionate lentamente sulle corde del pianoforte, in un farsi e disfarsi di composizioni visive in movimento con il suono. Ogni gesto è documentato da un video live e a sua volta affiancato da una seconda video proiezione dove gli elementi di una pineta si relazionano al movimento delle pietre, in un susseguirsi di equilibri effimeri.

SABATO 7 SETTEMBRE

h 15 > 18 | Critica della Ragion Creativa – laboratorio filosofico | Palazzo Albertini |

3° giorno – Relazioni

Alessia Solerio, Psicopatologie dei modi del pensiero: trasformare l’epistemologia in una sintomatologia
Eleonora de Conciliis, La stupidità del capitalismo
Paolo Vignola, Sintomatologia delle Relazioni di potere e dominio della stupidità
Vincenzo Cuomo, Relazioni (capitalisticamente) fruttuose e relazioni (eroticamente) pericolose
Alberto Martinengo, Violare le regole, violare secondo le regole
Riccardo Baldissone, Dei soggetti collettivi


ore 21 Myriam Gourfink (FR) – Abois

coreografia e interpretazione Myriam Gourfink / musica ed esecuzione Kasper T. Toeplitz / Abois è una creazione per Festival D’Avignon 2013

La scrittura coreografica di Abois utilizza la variazione delle distanze che si verifica lungo la profondità del palcoscenico per dare origine all’apparizione di forme minuscole od enormi rispetto ad un punto di riferimento quasi statico (quello del musicista la cui presenza sarà prossima a quella della danzatrice) disponendo nello spazio fisico e sonoro una serie di punti focali che andranno dall’impatto al debordamento. Le tecniche respiratorie dello yoga sono alla base del suo metodo. L’idea è di ricercare la necessità interiore che conduce al movimento.

ore 22 Enrico Pitozzi / Myriam Gourfink – Le forme del tempo_ incontro

Myriam Gourfink mette al centro della sua indagine sulla corporeità la percezione, il micromovimento, la lentezza e la linearità della composizione del gesto. Attorno a questi aspetti ruoterà la conversazione che Enrico Pitozzi condurrà con la coreografa. Pensare il movimento, per Gourfink, significa operare sulla disposizione delle diverse parti del corpo, in una lenta circolazione di pesi ed equilibri che, grazie al controllo della respirazione, fluttuano e disegnano lo spazio.

ore 23 Kasper T. Toeplitz (FR) – Noise purity_ computer solo_ concerto

Laboratorio live di esperimenti e messe in campo di tecniche di diversa natura, dalla sintesi granulare, che è rimasta a lungo una costante del suo lavoro, a tecniche ludiche (come ad esempio il servirsi durante il concerto unicamente di una camera per produrre del suono, o lasciare degli accelerometri per terra o su di un tavolo, e servirsi dei dati che essi ricevono, senza alcun utilizzo determinato, per perturbare il flusso musicale). Noise purity non è né un’improvvisazione, né un brano strutturato, ma musica nel momento stesso in cui è pensata e per definizione, ogni volta un concerto unico, che non è destinato ad essere riprodotto!

irezione artistica Lorenzo Bazzocchi
Ideazione e cura Masque Teatro
Organizzazione Raffaella Galizia, Marcella Montanari, Eleonora Sedioli
Aiuto organizzazione Elisa Enti, Annarita Giberti, Silvia Tesone
Tecnica Carlo Moretti, Tommaso Maltoni, Gionni Gardini
Tecnica audio Matteo Gatti
Ufficio Stampa Agnese Doria, Alberto Marchesani
Media partner SuccoAcido

In collaborazione con
Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori Università di Bologna sede di Forlì
Un ringraziamento speciale ad Area Sismica

Info
Masque teatro
0543.370506 – 393.9707741
www.masque.it / www.crisalidefestival.eu
info@crisalidefestival.eu / masque@masque.it

Luoghi
Ex Filanda Maiani, via Orto del fuoco 3 – Forlì
Palazzo Albertini, Piazza Saffi, 50 – Forlì

biglietteria | apertura un’ora prima dell’inizio degli spettacoli

5 settembre ingresso intera serata 10€
6.7.8.10 settembre ingresso intera serata 12€

gli spettacoli si svolgono all’Ex-Filanda Maiani | via orto del Fuoco 3 | Forlì

>per tutti gli spettacoli è consigliata la prenotazione

>per Voce Lattea e Dream Theory in Malaya di Francesca Proia è necessaria la prenotazione

Tag:, ,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG