8 marzo: Comune di Forlì “Festeggia” cambiando lo Statuto

Nella nostra città, oltre che riflettere su questa evoluzione legislativa in un interessante convegno svoltosi ieri, abbiamo voluto in occasione dell’8 marzo tradurre in norma dello Statuto Comunale, la scelta politica paritaria attuata dalla Giunta Balzani che fin dal suo insediamento è composta da cinque assessori e cinque assessore.

8 MARZO: COMUNE DI FORLI “FESTEGGIA” CAMBIANDO LO STATUTO

L’8 marzo del 2013 sarà sicuramente ricordato come quello in cui per la prima volta si è superata la soglia del 30% delle parlamentari elette. Ma ciò non è stato casuale, infatti l’approvazione a fine 2012 della legge 215 sul riequilibrio di genere della rappresentanza elettiva dei consigli, giunte e regioni, ha sicuramente inciso sulle modalità con cui i partiti, quantomeno alcuni, hanno selezionato le candidature.

Nella nostra città, oltre che riflettere su questa evoluzione legislativa in un interessante convegno svoltosi ieri, abbiamo voluto in occasione dell’8 marzo tradurre in norma dello Statuto Comunale, la scelta politica paritaria attuata dalla Giunta Balzani che fin dal suo insediamento è composta da cinque assessori e cinque assessore. L’intero Consiglio Comunale alla unanimità ha votato questa modifica e credo sia un bel segnale di apertura ed innovazione della politica cittadina.

Infatti nello Statuto del Comune di Forlì, all’art. 4 “Principio di pari opportunità” è così definito: “Il comune garantisce e promuove le pari opportunità per le donne, rimuovendo gli ostacoli che, di fatto, impediscono la piena realizzazione e l’attiva partecipazione culturale, sociale, lavorativa e politica delle donne nell’amministrazione e nella città”, con la modifica è stato aggiunto un secondo comma: “Ai fini di una rappresentanza di genere paritaria, si stabilisce che nella composizione della Giunta la percentuale di persone del genere sottorappresentato non possa essere inferiore al 40%”.

Il salto culturale è significativo, perché si passa da una affermazione di principio ma generica, ad un obbligo statutario in termini quantitativi che non è solo a vantaggio delle donne, ma anche degli uomini, nell’ottica appunto di una vera democrazia paritaria tra i generi. Infatti, al di là della previsione di “quote” che pure è stata fondamentale per l’affermarsi di una presenza femminile nella vita sociale e pubblica italiana, anche a livello di organizzazioni sociali e di categoria, il principio che viene oggi affermato nella nuova legge è appunto quello che donne e uomini devono contribuire in eguale misura alla rappresentanza ed alla decisione politica. L’interrogativo se la Seconda Repubblica sarebbe stata più produttiva per il Paese se in Parlamento ci fossero state più donne, è a mio parere del tutto legittimo. Lo Statuto del nostro Comune ora ha recepito compiutamente questa previsione a livello cittadino.

Come assessora alle Pari opportunità e Conciliazione sono particolarmente soddisfatta di questa decisione, che si aggiunge alla modifica del regolamento per la selezione delle candidature nelle partecipate introdotta nel 2009, molto prima che la normativa stabilisse una soglia minima di presenza e che ha fatto sì che le donne nominate dal Comune di Forlì nei CDA delle società partecipate siano già oltre il 30% , ed alla realizzazione del Bilancio di Genere.

In un momento in cui le risorse economiche sono poche, si può fare innovazione anche attraverso quelli che abbiamo definito nel convegno “strumenti per la democrazia paritaria”. In questa occasione il nostro Comune si è mosso sollecitamente, essendo tra i pochi ad averlo fatto in Italia e forse l’unico con questa indicazione così specifica. Per questo motivo ANCI ci ha invitato a portare la nostra testimonianza al seminario nazionale sulla applicazione della legge 215/2012 che si svolgerà nel mese di aprile.

Maria Maltoni, Assessora Pari Opportunità e Conciliazione Comune di Forlì

FN106
9 marzo 2013

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG