La Fondazione Alfred Lewin-Biblioteca Gino Bianco l’Assessorato Cultura della Regione Emilia-Romagna e il Comune di Forlì presentano la mostra “Giustizia e Libertà”

Mostra fotografica su “Giustizia e Libertà”, il settimanale pubblicato in Francia e diffuso clandestinamente in Italia.”… Durante gli anni della guerra – Nello mi disse- aveva studiato poco e male… Sperava di trovare in me la guida che gli abbisognava. Io conoscevo e ammiravo la sua mamma…”

Dal discorso commemorativo di Gaetano Salvemini, a Firenze, al ritorno da Parigi delle salme di Nello e Carlo Rosselli.

… Durante gli anni della guerra -Nello mi disse- aveva studiato poco e male… Sperava di trovare in me la guida che gli abbisognava. Io conoscevo e ammiravo la sua mamma… Poco dopo mi condusse il fratello, Carlo. Questi studiava scienze sociali. Aveva una vitalità esuberante che cercava uno sfogo, e ancora non lo trovava.

Così i miei giovani amici diventarono due. O meglio, tre: perché erano stati preceduti da Ernesto Rossi, al quale si legarono in casa mia. La mia vita di insegnante ha ormai superato il mezzo secolo. In questo tempo, ho conosciuto centinaia di giovani, ma non ho mai conosciuto giovani più nobili di quei tre. Ad essi io debbo le più belle esperienze che abbiano arricchito il mio spirito di insegnante e di uomo.

Carlo, Nello e Rossi nel 1925 presero, in Firenze insieme con Nello Traquandi, la iniziativa di pubblicare il foglio clandestino «Non mollare». Nel 1920 Carlo Rosselli e Ferruccio Parri organizzarono e condussero a termine l’evasione di Filippo Turati dall’Italia. …

LA FONDAZIONE ALFRED LEWIN L’ASSESSORATO CULTURA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E IL COMUNE DI FORLI’ PRESENTANO IL CONVEGNO “L’ITALIA CHE SOGNAVANO, L’ITALIA MANCATA”

La Fondazione Alfred Lewin-Biblioteca Gino Bianco, insieme all’Assessorato Cultura della Regione Emilia-Romagna e al Comune di Forlì, ha organizzato, per il 19 e il 20 aprile, un convegno intitolato “L’Italia che sognavano, l’Italia mancata” in cui, dando seguito al lavoro di digitalizzazione e messa in rete di riviste “militanti” del 900, che la Biblioteca Gino Bianco sta portando avanti, si presenteranno alcune di queste riviste e si discuterà su ciò che hanno rappresentato per la storia d’Italia.

Le riviste sono l’“Unità” di Salvemini, “Giustizia e libertà” di Carlo Rosselli, “Stato Moderno” di Mario Paggi, la libertaria “Volontà” e “Tempo Presente” di Chiaromonte e Silone. In particolare si cercherà di approfondire un carattere che, a vario modo, accomunava tutte queste riviste: la diffidenza verso il centralismo e l’idea federalista.

Il convegno è accompagnato da una mostra fotografica su “Giustizia e Libertà”, il settimanale pubblicato in Francia e diffuso clandestinamente in Italia, che si inaugurerà, con letture e musica, il giovedì 18 aprile, e da una rappresentazione teatrale, il sabato sera, su una delle pagine più cupe della guerra di Spagna, l’uccisione dell’anarchico Camillo Berneri da parte degli stalinisti.

La “tre giorni” è patrocinata dalla Provincia di Forlì-Cesena, dall’Istituto per i beni artistici culturali e naturali dell’Emilia-Romagna, dalla Scuola di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, dalla Fondazione Roberto Ruffilli, dall’Istituto per la Storia della Resistenza e Età contemporanea di Forlì-Cesena. In collaborazione con la rivista “Una città”.

Tag:, , , ,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG