“Le banche diano credito alle imprese locali”

Assessora Maria MaltoniDichiarazione dell’Assessora allo Sviluppo economico Maria Maltoni.
“Le istituzioni fanno la loro parte sostenendo i consorzi fidi ma le banche devono finanziare le imprese”

“LE BANCHE DIANO CREDITO ALLE IMPRESE LOCALI”
Dichiarazione dell’Assessora allo Sviluppo economico Maria Maltoni.
“Le istituzioni fanno la loro parte sostenendo i consorzi fidi ma le banche devono finanziare le imprese”

“L’accesso al credito resta una delle questioni di maggiore rilevanza anche per le imprese del nostro territorio, non a caso recentemente si sono levati appelli da parte del mondo economico per chiedere alle banche locali una maggiore disponibilità verso le piccole e medie imprese.

Infatti nonostante a livello europeo siano state destinate ingenti risorse a sostegno del sistema bancario, il ritorno nei singoli stati ancora non si è prodotto, quantomeno in Italia. Il costo del denaro resta altissimo e per di più le banche continuano a tenere stretti i cordoni della borsa. Questo non è certo un problema che riguarda solo la nostra provincia, ma sicuramente per effetto di queste scelte anche le nostre aziende si trovano in grave difficoltà.

In molte delle numerose situazioni di crisi – e che siano ancora decine e decine lo conferma una recente indagine della FIOM – la mancanza di liquidità gioca un ruolo pesante nel paralizzare l’attività produttiva, pure quando si è in presenza di qualche possibilità di ripresa. Anche per il settore delle costruzioni, da un lato la crisi del mercato immobiliare e gli ingenti stock di case invendute, dall’altro il ritardo nei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni – dovuti alle assurde norme del patto di stabilità – rendono il tema della risorse finanziarie un elemento strategico per la ripresa del sistema produttivo.

D’altra parte il numero crescente di famiglie in cui il reddito cala perché si perde o non si trova il lavoro, contribuisce a ridurre i consumi e a mettere in crisi anche il commercio. Per questo motivo, al di là degli auspicabili effetti positivi sulla crescita delle politiche di ordine nazionale, un ruolo fondamentale lo devono necessariamente giocare le banche.

Tra l’altro lo stanziamento a sostegno dei Consorzi Fidi contenuto nel decreto Cresci-Italia, come pure la conferma da parte della Regione Emilia Romagna che nel 2012 verrà mantenuto un cospicuo fondo a sostegno del credito alle imprese, pone le banche in una condizione in cui il rischio che esse si assumono è limitato, in quanto i Consorzi Fidi garantiscono quote molto ampie del debito della singola azienda.

Anche il Comune di Forlì , se pure in modo più ridotto rispetto a qualche anno fa per i tagli di bilancio, ha continuato a stanziare risorse per il sostegno ai Consorzi Fidi. Certo, è importante sostenere i redditi delle famiglie colpite dalla crisi, lo ha fatto il Comune di Forlì, come pure la Fondazione, ma se si vuole contribuire a superare la crisi è quantomai necessario e urgente un impegno da parte del sistema bancario locale a supporto delle imprese”.

Maria Maltoni,
Assessora allo Sviluppo Economico e Attività produttive del Comune di Forlì

23.01.2012
Foglio Notizie n. 027

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG