Avvio della campagna antinfluenzale 2012-2013

Inizia la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale promossa dal Servizio Sanitario Regionale. Il periodo più opportuno per effettuare la vaccinazione va dal mese di novembre a tutto dicembre, visto che in Emilia Romagna l’epidemia stagionale evidenzia picchi di massima incidenza tra fine gennaio e fine febbraio.

AVVIO DELLA CAMPAGNA ANTINFLUENZALE 2012-2013

Vaccinarsi per prevenire l’influenza e le sue complicanze

Inizia la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale promossa dal Servizio Sanitario Regionale.

Quest’anno l’avvio della vaccinazione è stato anticipato da un susseguirsi di notizie sul ritiro dei vaccini contro l’influenza. Come è stato spiegato sia dal Ministero della Salute che da AIFA (l’Agenzia italiana per il farmaco) il divieto di utilizzo di alcuni lotti di vaccini antinfluenzali è stato disposto a scopo cautelativo, non per la segnalazione di eventi avversi insoliti ma per il rispetto dei criteri di qualità stabiliti per il controllo della produzione e della distribuzione di qualsiasi farmaco.

Questa vicenda è la prova che i controlli sulla sicurezza a cui sono sottoposti i vari lotti dei vaccini, sia prima che dopo la commercializzazione, sono rigorosi, infatti tutti i vaccini disponibili per la campagna antinfluenzale in corso rispettano i requisiti di qualità, sicurezza ed efficacia.

Il vaccino antinfluenzale utilizzato quest’anno, di tipo trivalente, comprende un ceppo virale che ha circolato nelle precedenti stagioni: ceppo A/California/7/2009 (H1N1), e due nuovi ceppi A/Victoria/361/2011 (H3N2) e B/Wisconsin/1/2010.

All’AUSL di Forlì saranno consegnate 28.810 dosi che saranno distribuite lunedì e martedì p.v. ai Medici di medicina generale e agli altri Servizi sanitari per consentire di iniziare la vaccinazione gratuita alle categorie a rischio nei giorni immediatamente successivi.

Lo somministrazione ai soggetti anziani e agli adulti con patologie croniche sarà a cura dei medici di medicina generale, mentre i bambini con malattie croniche verranno vaccinati dalla Pediatria di Comunità, anche attraverso chiamata attiva degli interessati. Le unità operative ospedaliere di Emodialisi e Malattie Infettive si faranno carico di somministrare direttamente il vaccino antinfluenzale ai propri pazienti. Gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo, il personale che lavora negli allevamenti e nei macelli, e i donatori di sangue potranno rivolgersi, invece, al Servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl di Forlì.

Infine, per il personale sanitario e di assistenza di ospedali e servizi sanitari dell’Ausl, dell’ Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (Irst), e dell’ospedale privato Villa Serena-Villa Igea, saranno le strutture di appartenenza a definire le modalità organizzative per la vaccinazione dei propri dipendenti.

Può vaccinarsi anche chi non rientra nelle categorie a rischio, acquistando il vaccino in farmacia con ricetta medica e rivolgendosi poi al proprio medico per la somministrazione.

Il periodo più opportuno per effettuare la vaccinazione va dal mese di novembre a tutto dicembre, visto che in Emilia Romagna l’epidemia stagionale evidenzia picchi di massima incidenza tra fine gennaio e fine febbraio.

La vaccinazione antinfluenzale rappresenta il trattamento di prima linea nella prevenzione dell’influenza che in Italia ogni anno colpisce il 5-10% della popolazione, costituisce la terza causa di morte per patologia infettiva, è frequente motivo di ospedalizzazione e principale causa di assenza dal lavoro e da scuola.

L’obiettivo della strategia vaccinale è duplice: la vaccinazione protegge il soggetto dalla malattia e si è dimostrata efficace nel ridurre il rischio di complicanze, ricoveri e decessi, che sono più frequenti nelle persone anziane e nei soggetti di tutte le età che soffrono di malattie croniche dell’apparato respiratorio, dell’apparato cardio-circolatorio, del fegato, dei reni, del sangue o con tumori. Inoltre riducendo il numero dei malati riduce anche la diffusione del virus influenzale nella collettività.

Durante la stagione influenzale, per limitare il contagio, occorre rispettare anche alcune semplici misure di protezione personale e di precauzione: coprirsi naso e bocca ogni volta che si starnutisce o tossisce e poi lavarsi le mani; soffiarsi il naso con fazzoletto monouso, gettarlo e quindi lavarsi le mani. In caso di sintomi influenzali, infine, è bene rimanere a casa e limitare i contatti con altre persone.

Nell’ultima campagna, nel comprensorio dell’Ausl di Forlì si è vaccinato il 65,2% dei soggetti ultrassessantacinquenni, dato in aumento rispetto alla precedente campagna, e il 19,6% degli operatori sanitari; la copertura dei soggetti affetti da patologie croniche, invece, si è mantenuta molto al di sotto del valore raccomandato (75%), in linea con quanto registrato in Emilia Romagna e a livello nazionale. Secondo il rapporto nazionale Passi 2011 (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), infatti, la copertura vaccinale media in Italia nella campagna 2011-2012, riferita alle persone 18-64 anni affette da almeno una malattia cronica, è stata pari al 26% e risulta in calo rispetto ai valori degli anni precedenti., con valori più elevati tra le persone affette da malattie cardiovascolari (42%), diabete (35%) e insufficienza renale (33%) e coperture più basse tra le persone con tumori (23%), malattie respiratorie croniche (26%) o malattie del fegato (19%).

Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando allo Sportello della prevenzione del Dipartimento di Sanità Pubblica (tel. 0543 733564) attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00, il giovedì anche dalle 14:30 alle ore 17:00.

E’ inoltre disponibile il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033, nei giorni feriali dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG