A proposito di feste: utile la collaborazione pubblico privato, anche in Centro Storico

Assessora Maria Maltoni[...Il centro storico cittadino è un elemento fortemente identitario per chi vive in una città, perciò tutto ciò che in esso accade si presta a dibattiti e polemiche...] – Intervento dell’assessora alle Attività Economiche Maria Maltoni

A PROPOSITO DI FESTE: UTILE LA COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATO, ANCHE IN CENTRO STORICO
Intervento dell’assessora alle Attività Economiche Maria Maltoni

Il centro storico cittadino è un elemento fortemente identitario per chi vive in una città, perciò tutto ciò che in esso accade si presta a dibattiti e polemiche. Per questo motivo credo sia opportuno un intervento anche da parte mia, quale assessora alle Attività Economiche, in relazione alle iniziative ed eventi legati alla promocommercializzione, realizzati nel nostro centro cittadino da Forlì nel cuore. Tali eventi, come ho più volte sottolineato, non esauriscono l’insieme delle attività promosse dal nostro ente o da altri soggetti pubblici e/o privati, ma hanno una caratteristica particolare, si basano sul presupposto di una collaborazione tra pubblico e privato.

Infatti la società Forlì nel cuore è stata promossa dal Comune unitamente alle associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato, ma sono in primis le attività economiche del centro storico a costituirne la base associativa. Il Comune da diversi anni, a fronte di una programma di attività approvato dalla assemblea dei soci, eroga un contributo annuale alla società (fino ad oggi è stato di almeno 100.000 euro annui), a ciò si aggiungono i contributi di altri enti e sponsor e le quote annuali delle aziende associate che in questo modo contribuiscono anche loro alla realizzazione del programma deciso.

Nel corso del 2011 e 2012, peraltro, sono state realizzate numerose attività anche nell’ambito del progetto finanziato dalla regione per la valorizzazione dei centri commerciali naturali, che hanno riguardato l’insieme delle varie aree ed attività economiche del centro storico.

I commercianti di altre parti della città, benché la crisi del commercio sia presente in ogni area geografica, non usufruiscono di contributi pubblici per attività promozionali, in quanto è il centro storico ad essere individuato come area prioritaria di intervento, proprio perché rappresenta il fulcro della vita di ogni città. Non è strano perciò che in una logica di integrazione tra pubblico e privato, quale è una società consortile come Forlì nel cuore, ogni socio sia chiamato a dare un contributo, piccolo come nel caso delle aziende o grande, come nel caso dell’ente pubblico.

Nel merito della vicenda della festa di Borgo Schiavonia, dal punto di vista della comunicazione è stato un errore chiamare la festa di domenica scorso di Borgo Schiavonia (pur essendo un format così costruito negli anni precedenti) sapendo che a causa della necessità di contenere il budget, le attività non avrebbero riguardato l’intero corso Garibaldi, e credo che la vicenda sarà di insegnamento per il futuro.

L’invito che mi sento di rivolgere ai commercianti critici su questi temi, così come ho già fatto anche personalmente con alcuni, è di dare la propria adesione a Forlì nel cuore (certo c’è la crisi, ma l’adesione corrisponde al costo di 4 pizze in coppia al ristorante), di partecipare alle assemblee e proporre le iniziative che ritengono maggiormente utili, contribuendo così a migliorare anche l’attività della società.

Maria Maltoni, assessora Attività Economiche Comune di Forlì

18.10.2012
Foglio Notizie n. 593

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG