Guida alle risorse e ai servizi per famiglie, bambini e ragazzi 0/18 anni

Contiene informazioni in ambito educativo, scolastico, sociale, sanitario e del tempo libero. La pubblicazione, coordinata del centro per le Famiglie del Comune di Forlì, è stata presentata nei giorni scorsi in Municipio. Scarica la guida…

GUIDA ALLE RISORSE E AI SERVIZI PER FAMIGLIE, BAMBINI E RAGAZZI 0/18 ANNI

La collaborazione fra vari soggetti pubblici e privati, enti, cooperative e associazioni dei 15 Comuni del territorio forlivese, ha consentito di realizzare “C’è tutto un mondo…”, una ricchissima e piacevole guida alle risorse e ai servizi per famiglie, bambini e ragazzi 0/18 anni a disposizione di genitori, insegnanti, operatori.

Questo nuovo strumento è uno degli obiettivi previsti dal Piano di Zona per la Salute e il Benessere Sociale che ha visto nella realizzazione di un censimento aggiornato delle risorse del territorio in ambito educativo, scolastico, sociale, sanitario, culturale e del tempo libero, una modalità efficace per rendere più fruibili a tutti le tantissime opportunità disponibili.

La pubblicazione, coordinata del centro per le Famiglie del Comune di Forlì, è stata presentata nei giorni scorsi in Municipio. All’incontro hanno partecipato gli Assessori comunali Davide Drei e Gabrielle Tronconi, la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Agostina Melucci, il Dirigente Ausl Lucio Boattini e i rappresentanti delle Amministrazioni comunali del territorio, dell’associazionismo e delle realtà che a vario titolo hanno contribuito alla realizzazione della Guida (Centro Famiglie del Comune di Forlì, Consulta delle famiglie, Fiera di Forlì e Esserelite).

Perché questa Guida?

Durante i lavori del tavolo “Percorsi di salute e benessere per bambini, ragazzi, genitori: investire nelle nuove generazioni ed in una comunità educante”, del Piano di Zona per la Salute e il Benessere Sociale 2009/2011, i partecipanti hanno rilevato la necessità di disporre di una mappatura aggiornata delle risorse del territorio rivolte alle famiglie con figli da 0 a 18 anni nei 15 Comuni del Comprensorio, prima di investire su nuovi bisogni o nuovi servizi. Contestualmente si è ritenuto utile impegnarsi per una modalità di comunicazione chiara ed efficace che consentisse di far conoscere e mettere in rete le opportunità esistenti e renderle più fruibili a tutti. Trattandosi di un obiettivo importante, condiviso da tanti soggetti diversi, numerosissimi sono stati i partner che hanno collaborato alla realizzazione: operatori di area educativa, sociale e sanitaria (ospedaliera e di territorio), il mondo della scuola, l’associazionismo e il volontariato, la cooperazione sociale… La raccolta delle informazioni ha richiesto mesi di lavoro ma l’esito è stato superiore alle aspettative: la Guida è ricchissima, di facile uso e gradevole.

Com’è organizzata la guida?

Le informazioni sono suddivise su 3 Aree:
• SCUOLA E SERVIZI EDUCATIVI (sistema formativo/educativo da 0 a 18 anni e
orientamento…)
• OLTRE LA SCUOLA (servizi e risorse extrascolastiche e per il tempo libero…)
• SERVIZI SOCIO-SANITARI (servizi e risorse sociali e sanitarie per la salute e il
benessere dei singoli componenti e delle famiglie con figli…)

La Guida contiene anche alcune pagine finali dedicate a “DOCUMENTI E PRATICHE” e LINK di approfondimento. Le informazioni raccolte si riferiscono a servizi e attività costanti nel tempo, non occasionali o estemporanee, per garantire ai cittadini un’informazione relativa a servizi caratterizzati da stabilità e accreditati da tempo sul territorio.

Le 3 aree sono in parte corrispondenti al sito regionale che accoglie le informazioni per le famiglie – www.informafamiglie.it – molto utilizzato e funzionale. Nello stesso sito – alle pagine curate dallo sportello Informafamiglie del Centro Famiglie del Comune di Forlì – le informazioni raccolte nella Guida sono descritte in modo più dettagliato e sono aggiornate annualmente.

A chi è rivolta?

Pensata per i genitori, la Guida sarà particolarmente utile anche per insegnanti e operatori – di area educativa, sociale, sanitaria ma anche del mondo dello sport, spesso “detentori della fiducia delle famiglie”, pertanto molto importanti per un corretto orientamento verso servizi e risorse. Le funzioni di prevenzione e promozione del benessere si affiancano, in tal modo, armonicamente a quelle di tutela e cura, con un ventaglio di opportunità disponibili per tutti.

Valutazioni sulla Guida

Prima della stampa è stato effettuato un sondaggio a campione per valutarne la facilità d’uso, la completezza, il gradimento. Sono stati coinvolti oltre 60 i “testimoni” in rappresentanza di soggetti gestori pubblici e privati, operatori del settore educativo e sociosanitario dei vari territori, del mondo dell’associazionismo e della cooperazione, utilizzando questionari e interviste. La mappatura è risultata di facile comprensione, esaustiva e completa per oltre il 90% degli intervistati; è stato espresso un giudizio positivo unanime rispetto alla qualità dello strumento.

Che cosa contiene

Informazioni in ambito educativo, scolastico, sociale, sanitario e del tempo libero. E’ sorprendente scoprire che sono disponibili, ad esempio:
• oltre 70 servizi educativi per bambini in età 0/3 (non a caso il ns. territorio vanta una fra le più alte percentuali di copertura della domanda fra le città della Regione E-R), • un ricchissimo Percorso Nascita, rivolto al periodo della gravidanza, della nascita e al primo anno di vita dei bambini, con tantissime opportunità per futuri e neo genitori, e premiato come uno fra i progetti nazionali più significativi per le famiglie;
• oltre 30 centri educativi pomeridiani e più di 40 fra centri di aggregazione, proposte per il tempo libero e la creatività, con un ampissimo ventaglio di opportunità per il tempo extrascolastico di bambini e ragazzi;
• innumerevoli le proposte legate allo sport in tutti i Comuni, evidente investimento verso la salute e la relazione con i coetanei;
• anche l’offerta per gli adolescenti e le loro famiglie, dai centri di aggregazione ai servizi per problematiche più o meno complesse, risulta particolarmente qualificata – con servizi articolati e non comuni rispetto ai territori limitrofi;
• un’ampia gamma di forme di consulenza consente di rispondere a temi e problemi diversi, offerti da servizi pubblici e privati (consulenze familiari, mediazione familiare, consulenza psicologica, consulenza legale…), integrate da diverse proposte volte ad agevolare l’integrazione delle famiglie immigrate e sostenere la vita quotidiana di bambini e ragazzi disabili o con situazioni personali e familiari complesse (oltre 40);
• tante e utili anche le pagine relative alle diverse forme di supporto alla vita quotidiana delle famiglie: trasporto scolastico e servizio mensa, contributi e agevolazioni per le famiglie, baby sitting, borse di studio e sussidi vari ma anche innovativi percorsi finalizzati alla coesione sociale e alla partecipazione o alle nuove forme di economia di prossimità;
• oltre 30, ancora, le associazioni che si impegnano per la tutela dei bambini e ragazzi e sostengono la famiglia in situazioni complesse, anche verso le diverse forme di genitorialità e di supporto fra famiglie (affiancamento, affido familiare, adozione…).

Dove si può trovare?

La guida è inserita nei siti del Comune di Forlì e dell’A.U.S.L. e dei Comuni interessati e può essere scaricata CLICCANDO QUI

E’ prevista una diffusione anche in formato cartaceo: sarà disponibile in particolare nei servizi cui hanno accesso le famiglie (Centri Famiglie, Consultori…) e sarà consegnata a insegnanti e operatori di servizi educativi e socio-sanitari.

Contributi e coordinamento

Lo staff del tavolo 3 del Piano di zona per la salute e il benessere sociale ha seguito l’evolvere del prodotto, validandone l’esito finale: Vesna Balzani e Silvia Evangelisti (Coordinamento pedagogico 0/18 Comune di Forlì), Nadia Bertozzi (Centro Famiglie Comune di Forlì), Nancy Inostroza (Responsabile Consultorio Familiare e Consultorio Giovani Ausl Forlì), Enrico Valletta (Direttore Dipartimento Materno Infantile Ausl Forlì), Lamberto Veneri (Direttore U.O Prevenzione e Sicurezza Ausl Forlì), Angela Fabbri (rappresentante del Terzo settore). Hanno fattivamente contribuito: il Servizio Politiche educative e della Genitorialità del Comune di Forlì, attraverso il Centro per le Famiglie (in particolare Helenia Fantini e gli operatori dello sportello Informafamiglie – Eleonora Gatta, Annamaria Valeriani, Roberta Amadori che aggiornano costantemente il sito www.informafamiglie.it –), il Coordinamento pedagogico 0/18 anni, il Centro Famiglie del Comune di Forlimpopoli e le Unità territoriali per le Famiglie.

L’ufficio stampa del Comune di Forlì, i colleghi di tutti i Comuni e dell’Ausl con le informazioni loro proprie insieme all’Ufficio scolastico provinciale, cooperative, associazionismo e altri soggetti pubblici e privati.
La ditta Esserelite ha dedicato estrema cura all’impaginazione grafica, rendendo questo strumento particolarmente piacevole. In occasione di questa prima Guida alle risorse e alle opportunità offerte dal territorio si è ritenuto utile inserire “Happy Family”, un nuovo evento fieristico, previsto per marzo 2013, tutto dedicato a bambini e famiglie.

Per integrazioni, informazioni o precisazioni: Centro per le Famiglie del Comune di Forlì – Tel. 0543.21013 – 30709, email: informafamiglie@comune.forli.fc.it .

Tag:, , , ,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG