Sabato 5 e domenica 6 Marzo “la casa del mugnaio” di Franz Schubert

La Biblioteca Comunale “Aurelio Saffi” di Forlì è promotrice di un doppio appuntamento di grande prestigio: la conferenza di Giuseppina La Face e l’esecuzione integrale nel successivo concerto di Marcello Nardis e Oliver Kern.

“LA CASA DEL MUGNAIO” DI FRANZ SCHUBERT: PRESTIGIOSO DOPPIO APPUNTAMENTO A FORLI’

Sabato 5 marzo, alle ore 18, conferenza di Giuseppina La Face alla Biblioteca “A. Saffi”. Domenica 6 marzo concerto nell’Aula Magna dell’Università (Corso della Repubblica n.88) del tenore Marcello Nardis e del pianista Oliver Kern

La Biblioteca Comunale “Aurelio Saffi” di Forlì è promotrice di un doppio appuntamento di grande prestigio: la conferenza di Giuseppina La Face, autrice del volume dedicato al ciclo liederistico schubertiano Die schöne Müllerin, (“La casa del mugnaio”) e l’esecuzione integrale nel successivo concerto di Marcello Nardis e Oliver Kern, eventi a cura della Cooperativa Cultura Progetto in collaborazione con il Centro “La Soffitta” del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna, il BaronissiEuropaFestival-Rassegna Internazionale di Musica d’Arte e il Comune di Montoro Superiore.

Sabato 5 marzo, dalle ore 18 alle 20, nella Sala Grande di lettura della Biblioteca comunale “A. Saffi” di Forlì (Corso della Repubblica n.72) è in programma la conferenza di Giuseppina La Face con esempi musicali a cura del tenore Marcello Nardis e del pianista Oliver Kern. La conferenza è gratuita.

Domenica 6 marzo 2011, alle ore 18, nell’Aula magna dell’Università, Polo forlivese (Corso della Repubblica n.88) Concerto degli Artisti con il tenore Marcello Nardis ed il pianista Oliver Kern. In programma Die schöne Müllerin di Franz Schubert. Il concerto prevede un biglietto di 15,00 euro (in prevendita 12,00 euro). Si consiglia la prenotazione telefonica al 0543-35256. Il pubblico è consigliato di seguire la conferenza per apprezzare pienamente il concerto in ogni sua parte.

Note tecniche

GIUSEPPINA LA FACE. Violinista e musicologa, nell’Università di Bologna insegna Storia della musica e Pedagogia musicale, dirige il Dipartimento di Musica e Spettacolo. Dirige «Il Saggiatore musicale», periodico in cinque lingue. Ha svolto ricerche sulla pedagogia musicale, la poesia per musica di fine ’400, Bussotti, Händel. Per le monografie sulla Schöne Müllerin (Firenze 2003; edizione tedesca in corso di pubblicazione) e sulla Winterreise (in preparazione) ha lavorato a Tübingen nella Arbeitsstelle della Neue Schubert-Ausgabe e nel Musikwissenschaftliches Institut.

MARCELLO NARDIS. Avviato all’esperienza musicale con lo studio del flauto traverso e della composizione, ha proseguito la formazione umanistica laureandosi con lode sia in Lettere classiche (Università La Sapienza, Roma) che in Archeologia cristiana (PIAC), conseguendo, parallelamente, i diplomi di pianoforte e canto al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e in musica vocale da camera al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Si è perfezionato inoltre alla F. Liszt Hochschule di Weimar (nella classe di Peter Schreier, con cui continua una proficua collaborazione) e al Mozarteum, di Salisburgo (con Kurt Widmer).

Pianista, ha debuttato come tenore cantando nel 2003 per il Papa Giovanni Paolo II in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù (Canada). Collabora con artisti di fama internazionale quali: Muti, Gatti, Steinberg, Inbal, Renzetti, Rousset, Bonnet, Uecker, Sardelli, Savall, Pešek, Casadio, Villaume, Nökleberg, Dorensky, Shetler, Deutsch, ect. ed è ospite regolare di istituzioni come: Teatro alla Scala; Accademia Nazionale di Santa Cecilia; Teatro La Fenice; Teatro San Carlo; Teatro Massimo Bellini; Teatro Regio (Torino e Parma); Teatro verdi; Teatro Comunale (Bologna e Modena), Teatro Valli; Fondazione A. Toscanini; Fondazione W. Kempff; Accademia Filarmonica Romana; Accademia Chigiana; Liceu di Barcellona; ABAO di Bilbao; New National Theatre di Tōkyō; Auditorium P. Urìbe di Asuncion; Teatro dell’Opera di Lima; Opéra di Ha-noi; Salzburger Festival; Ravenna Festival; Festival della Valle d’Itria; Festival dei due Mondi di Spoleto; Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto; Oxford Lieder festival; Gmnuden Barock Festival; Mozarteum di Salisburgo; Festival di Ravello; Festival di Musica e Arte sacra (con il quartetto dei Wiener Philarmoniker); Schubert Geburtshaus di Vienna e della maggiori Società di Concerto italiane. Membro onorario della International Schubert Society di New York, ha all’attivo, solo in Italia, più di 50 esecuzioni pubbliche della schubertiana «Winterreise», talvolta nella doppia veste, contemporaneamente, di pianista e cantante.

OLIVER KERN. Di nazionalità tedesca, intraprende giovanissimo una brillante carriera artistica, distinguendosi nel panorama musicale nazionale e internazionale. Si diploma con lode in pianoforte, in direzione d’orchestra e di coro, all’Accademia Musicale Statale di Stoccarda. Successivamente si perfeziona in pianoforte con i maestri Rudolf Buchbinder e Karl-Heinz Kämmerling, alla “Musik-Akademie” di Basilea e al “Mozarteum” di Salisburgo. Dopo aver conseguito molti riconoscimenti in Concorsi pianistici internazionali italiani, francesi, giapponesi, si impone all’attenzione della critica vincendo due prestigiosi concorsi: “ARD” di Monaco 1999, “Beethoven” di Vienna 2001, nel quale consegue anche il premio speciale per la migliore interpretazione delle Sonate di Beethoven. Quest’ultima vittoria conferisce a Kern l’eccellenza di primo tedesco ad aver conseguito tale traguardo. Apprezzato interprete di Beethoven e Brahms, la critica gli riconosce il merito di un virtuosismo tecnico non fine a sé stesso, ma rivolto a un’accurata ricerca timbrica ed espressiva: «l’esecuzione beethoveniana di Kern è la prima veramente convincente dopo quelle dei mostri sacri degli anni Trenta-Cinquanta» (R. Risaliti).

Il suo rigore intellettuale lo induce alla realizzazione di progetti culturali singolari: esegue l’opera omnia pianistica di Brahms, nel Classix Festival 2003 a Braunschweig e nella Stagione musicale 2004-2005 a Seul, in Corea. «Con grande intensità e poesia Kern modella il ciclo delle opere brahmsiane» (Braunschweiger Zeitung). Si è esibito in Festival importanti e in famose sale d’America, d’Asia e d’Europa, riscuotendo ovunque successi di pubblico: Musikverein di Vienna, Teatro alla Scala di Milano, Auditorium di S. Cecilia di Roma, Schauspielhaus di Berlino, Musikhalle di Amburgo, Herkulessaal di Monaco di Baviera, Salle Gaveau di Parigi, Saitama Arts Centre di Tōkyō. Ha suonato con orchestre famose, la New Japan Philharmonic Orchestra, la China National Symphony Orchestra, le orchestre delle radio di Berlino, Monaco, Hannover e Vienna, dirette dai maestri Dennis Russell Davies, Michael Stern, Lü Jia. Ha inciso per la radio, la televisione e ha pubblicato diversi CD per la casa discografica “Realsound”. Attualmente è Professore di pianoforte alla Staatliche Hochschule für Musik und Theater di Amburgo.

Scarica il PIEGHEVOLE DEL CONCERTO

02.03.2011
Foglio Notizie. 62

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG