21-22 ottobre 15 novembre e 13 dicembre “Forlì guarda all’Est Europa – Appuntamenti d’autunno”

Al via una serie di iniziative organizzate dal “Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica/Europe and the Balkans International Network” in collaborazione con il Comune di Forlì dal tema “Forlì guarda l’Est Europa – Appuntamenti d’autunno”.

“FORLI’ GUARDA ALL’EST EUROPA – APPUNTAMENTI D’AUTUNNO”

Al via una serie di iniziative organizzate dal “Centro per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica/Europe and the Balkans International Network” in collaborazione con il Comune di Forlì dal tema “Forlì guarda l’Est Europa – Appuntamenti d’autunno”.

Il programma degli eventi è il seguente:

venerdì 30 settembre, alle ore 11.00 presso il Salone Comunale – P.zza Saffi  8  – alla presenza di Carla Salvaterra (Pro-Rettore per le relazioni internazionali dell’UNIBO), Paolo Zurla (Preside della Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli”), Stefano Bianchini (Presidente del corso di LM), Patrick Leech (Comune Forlì) e i rappresentanti delle università straniere partner del corso di studi, cerimonia di consegna dei diplomi a 25 studenti del Corso di Laurea Magistrale Intedisciplinary Research and Studies in Eastern Europe (MIREES), che concludono quest’anno il loro percorso di studi discutendo la tesi di laurea di fronte a una commissione internazionale.

Venerdì 21 e sabato 22 ottobre, dalle ore 9.30 alle ore 13.00, presso la sala Garzanti dell’hotel della Città (c.so della Repubblica 117) appuntamento con le “Giornate di studio italo-russe di Forlì”.

Nell’anno della cooperazione Italia-Russia, l’Istituto per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica e la Fondazione Garzanti ONLUS – Forlì, in collaborazione con l’Interregional Non-Governmental Organisation for Promotion of Cultural Cooperation with EU Countries, il Master MIREES, il Punto Europa e l’Associazione Italiana degli Slavisti organizza il convegno internazionale “The New Presidential Elections in Russia and the Challenges of Modernization” (Le nuove elezioni presidenziali in Russia e le sfide della modernizzazione).

Le finalità della conferenza mirano a discutere ed approfondire le maggiori problematiche che dovrà affrontare la federazione Russa nel prossimo futuro, in particolare riguardo alla transizione politica e tecnologica verso una società ed una economia più moderni. Tali questioni toccheranno la sfera istituzionale ed amministrativa, non trascurando le dimensioni europea ed internazionale del futuro commerciale e diplomatico russo, così come l’impatto che la crisi dell’eurozona potrebbe avere nei rapporti tra l’UE e la Russia.

Il convegno sarà strutturato in tre sessioni, coordinate ed introdotte rispettivamente dal prof. Stefano Bianchini (IECOB), dal prof. Marcello Garzaniti (AIS) e da Ilya Roytman (Interregional Non-Governmental Organisation for Promotion of Cultural Cooperation with EU Countries).
Con il supporto del Ministero degli Affari Esteri, della Fondazione Garzanti ONLUS – Forlì e della Camera di Commercio Industria ed Artigianato della Provincia di Forlì-Cesena.

La conferenza si svolgerà in lingua inglese e russa, con traduzione simultanea nelle due lingue.

Martedì 15 novembre alle ore 17.30 presso il museo San Domenico: incontro internazionale di apertura della mostra su Dubček.
Prenderanno parte il figlio di Dubček, due personalità dell’Ambasciata e del Consolato slovacchi, il prof. Leoncini (Università Ca’ Foscari, Venezia) e studiosi, esperti e accademici provenienti dalla Slovacchia insieme a docenti dell’Università di Bologna.

Il Comune di Forlì e l’Istituto per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica, in collaborazione con l’Università di Bologna, l’Ambasciata della Repubblica slovacca, il Consolato Onorario della Repubblica Slovacca di Forlì e la Fondazione Garzanti ONLUS – Forlì, organizzano una mostra intesa a ricordare la figura di Dubček. 90 pannelli di materiale iconografico saranno suddivisi in tre sezioni, dedicate rispettivamente ai rapporti tra Dubček e l’Italia (con particolare riferimento all’assegnazione della laurea ad honorem a Dubček a Bologna nel 1988), alla primavera di Praga e alla biografia dello statista cecoslovacco.

La mostra, che è già stata presentata a Bologna dal 22/11/2003 al 06/01/2004, sarà allestita presso le sale del complesso museale San Domenico (P.zza G. da Montefeltro, 12) e sarà aperta al pubblico dall’11/11/2011 al 12/12/2011.
Sito internet: www.almapress.unibo.it

Martedì 13 dicembre alle ore 17.30 presso il museo San Domenico, nel giorno del trentennale dall’introduzione della legge marziale in Polonia si terrà un incontro internazionale di apertura della mostra su Solidarność.

Prenderanno parte all’evento Krzysztof Strzalka, Console Generale della repubblica di Polonia in Milano, la prof. Carla Tonini (Università di Bologna), il prof. Guido Franzinetti (Università del Piemonte Orientale), insieme a docenti ed esperti provenienti dalla Polonia e dall’Università di Bologna.

Il Comune di Forlì e l’Istituto per l’Europa Centro-Orientale e Balcanica, in collaborazione con l’Università di Bologna, il Consolato Polacco di Milano e la Fondazione Garzanti ONLUS – Forlì, organizzano una mostra come evento celebrativo di Solidarność. Attualmente in esposizione a Milano fino al 9 ottobre 2011, i 26 pannelli che costituiranno la mostra raccolgono materiale iconografico e testuale relativo al decennio 1979-1989.

La mostra sarà allestita presso le sale del complesso museale San Domenico (P.zza G. da Montefeltro, 12) dal 13/12/2011 fino al 10/01/2012.

28.09.2011
Foglio Notizie. 396

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG