Delegazione forlivese partecipa alla XV Biennale dei giovani artisti dell’europa e del mediterraneo

Si apre venerdì 16 dicembre 2011 al “Macro” (Museo di Arte Contemporanea) di Roma la tappa italiana della XV Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo.

DELEGAZIONE FORLIVESE PARTECIPA ALLA XV BIENNALE DEI GIOVANI ARTISTI DELL’EUROPA E DEL MEDITERRANEO

Si apre venerdì 16 dicembre 2011 al “Macro” (Museo di Arte Contemporanea) di Roma la tappa italiana della XV Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo. La giovane poetessa Cléry Celeste, iscritta all’Archivio Giovani Artisti Forlì-Cesena, le cui attività sono promosse dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune, è stata selezionata per la sezione Letteratura di questo importante evento artistico internazionale il cui tema è “Simbiosi?”.

L’artista forlivese porterà a Roma la sua silloge intitolata “Le radici nell’altro”, che riflette sulla società odierna ed il suo rapporto con l’ambiente circostante.

Si tratta di un momento significativo per la creatività giovanile della nostra città, rappresentata in quest’occasione dalla giovane poetessa e dal video-maker Christoph Brehme, che ha partecipato alla tappa di Salonicco della XV Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo per la sezione Arti Visive.
“Offrire occasioni di visibilità e mobilità ai giovani artisti” afferma Valentina Ravaioli, Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì,” rappresenta uno dei principali obiettivi dell’Archivio Giovani Artisti, che promuoveremo tra le gli studenti delle scuole superiori al fine di aumentare gli iscritti”.

SCHEDE BIOGRAFICHE DEGLI AUTORI
Cléry Celeste è nata a Forlì nel 1991. Diplomata nel 2010 presso il Liceo Classico “G.B. Morgagni”, sta attualmente frequentando la Facoltà di Biologia all’Università di Bologna. Nel 2009 ha vinto la competizione internazionale di poesia “Tropea Onde Mediterranee” ed è giunta terza classificata al premio nazionale di poesia “Agostino Veneziano Reali” a Sogliano sul Rubicone nella sezione “giovani poeti” per entrambe le competizioni. Nel 2010 si è ripetuta migliorandosi, partecipando ad entrambe le manifestazioni e vincendole tutte e due. Nel 2011 è giunta seconda al premio nazionale del Lion Club “F. Cantone” a Savignano sul Rubicone ed è stata premiata con una speciale menzione di merito al premio nazionale “Fiume Veneto” nel maggio di quest’anno. L’opera che ha presentato per la Biennale si intitola “Le Radici nell’altro” e si tratta di una silloge poetica che mira ad esplorare in profondità il tema della “Simbiosi”, in primo luogo analizzando la natura con le sue caratteristiche biologiche e successivamente prendendo ispirazione da ciò che la natura ci comunica adattando questo alle interrelazioni umane: l’amore, l’amicizia e l’integrazione per il diverso.
Christoph Brehme è nato a Postdam (Berlino), nel 1982. Fin da giovanissimo appassionato nella realizzazione di cortometraggi, ha deciso di fare di questa passione la sua professione. Dopo aver mosso i primi passi a Berlino in prestigiosi Studi di videoproduzione ha fatto varie esperienze in Francia, in particolare a Parigi, per approdare a Forlì dove vive e lavora da qualche anno come videomaker libero professionista. L’opera che ha presentato per la biennale si intitola “Could it be love?”, un breve cortometraggio animato che utilizza la tecnica dello “stop motion” per descrivere una storia d’amore “impossibile”(?) tra una giraffa e uno struzzo.

15.12.2011
Foglio Notizie n. 535

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG