Appello dal Comune di Forlì per la liberazione della cooperante italiana Rossella Urru

Dichiarazione dell’Assessore al Welfare Davide Drei

APPELLO DAL COMUNE DI FORLI’ PER LA LIBERAZIONE DELLA COOPERANTE ITALIANA ROSSELLA URRU

L’Amministrazione Comunale di Forlì e l’Associazione Forlivese Malattie del Fegato (Afmf) hanno appreso con sgomento e preoccupazione la notizia del sequestro della cooperante italiana Rossella Urru insieme con due colleghi spagnoli avvenuto nella notte fra il 22 ed il 23 ottobre in Algeria.

In partenariato con il Cisp (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli), ong presso la quale lavora la cooperante sequestrata, il Comune di Forlì è da anni impegnato in attività di cooperazione nei campi profughi saharawi del deserto algerino, attività resa possibile grazie all’abnegazione ed all’impegno di realtà del territorio, quali l’Afmf, il Punto Europa del Polo scientifico-didattico dell’Università di Bologna sede di Forlì, medici, tecnici e scuole, che a titolo di volontariato mettono a disposizione di questo popolo senza terra la propria professionalità ed umanità.

Con il coordinamento di Rossella Urru, il Presidente dell’Afmf dottor Salvatore Ricca Rosellini ed altri medici e tecnici forlivesi avevano svolto recentemente nei campi un’intensa attività sulla prevenzione delle epatiti.

“Il Comune di Forlì – dichiara Davide Drei, assessore al Welfare con delega alla Cooperazione allo sviluppo – esprime la sua vicinanza a Rossella, ai familiari, al Cisp e chiede al Ministero degli Affari Esteri Italiano, alle autorità Algerine, al Fronte Polisario ed alle autorità del Mali di fare tutto il possibile affinché questa drammatica vicenda trovi una positiva e rapida soluzione”.

24 .10.2011
Foglio Notizie n. 435

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG