“Sindaci per il Risorgimento e l’unità d’Italia”

La proposta parte da Ravenna e Forlì con Matteucci, Balzani e Mingozzi

“SINDACI PER IL RISORGIMENTO E L’UNITA’ D’ITALIA”
LA PROPOSTA PARTE DA RAVENNA E FORLI’ CON MATTEUCCI, BALZANI E MINGOZZI
 
Oggi, giorno in cui il presidente della Repubblica avvia a Quarto le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, ricordando l’avvio della spedizione dei Mille, da Ravenna e Forlì parte una proposta rivolta a tutti i sindaci dei Comuni italiani affinché anche i Municipi partecipino, in maniera coordinata e secondo alcune linee guida condivise, alle celebrazioni.
 
Il sindaco Fabrizio Matteucci  e il vice sindaco Giannantonio Mingozzi di Ravenna, insieme con il primo cittadino di Forlì, Roberto Balzani, – due città romagnole legate da una profonda storia risorgimentale:  l’una chiamata dal presidente della repubblica emerito Carlo Azeglio Ciampi città del Risorgimento, della Resistenza e della Repubblica, l’altra città del triumviro Aurelio Saffi – propongono ai colleghi di tutta Italia di dedicare, per la ricorrenza del 150°, almeno una iniziativa rivolta ai giovani sul significato che assume oggi l’Italia unita e una delibera di Giunta o di Consiglio con cui ci si impegni a preservare nel tempo o a recuperare un monumento dedicato all’epopea risorgimentale.
 
“L’idea di un coordinamento tra i sindaci italiani – afferma il vice sindaco di Ravenna e presidente della fondazione Museo del Risorgimento, Giannantonio Mingozzi – l’abbiamo avanzata domenica scorsa in occasione del raduno nazionale che si è svolto in città dei ‘Cacciatori delle Alpi’ (il corpo di volontari che Garibaldi fondò nel 1859) quando, presenti alcuni sindaci abbiamo visitato il capanno Garibaldi e la fattoria dove morì Anita. Ci siamo così resi conto che la sensibilità istituzionale non era di pochi ma dei tanti presenti provenienti da tutt’Italia.
Oggi – continua Mingozzi – di fronte ad una palese difficoltà del comitato nazionale istituito per le celebrazioni del prossimo anno, i Comuni debbono dimostrare di essere presenti per sollecitare ed operare fattivamente per il coinvolgimento dei cittadini e in particolare dei giovani, a sostegno di una corretta interpretazione storiografica del Risorgimento, inteso come movimento di popolo e di coscienze democratiche.
La proposta di Ravenna e Forlì è di elevare a minimo comun denomitare di tutti i municipi italiani i valori di democrazia, libertà e indipendenza che sono a fondamento non solo del Risorgimento ma della nostra Costituzione, resistendo ad una sorta di lettura revisionista, o ancor peggio folkloristica e offensiva, che in alcune parti d’Italia sta prendendo il sopravvento”.
 
Matteucci, Balzani e Mingozzi intendono da oggi al 2 Giugno, festa della Repubblica, verificare le adesioni alla loro proposta ma, nel contempo sottolineano che intendono respingere ogni aggressione all’identità risorgimentale e ai valori civili dell’unità d’Italia per preservarne il valore storico e l’attualità ideale e politica.
 
Come noto, a Ravenna e a Forlì sono già state promosse numerose iniziative non solo celebrative ma anche di interventi concreti tesi alla migliore celebrazione dei prossimi mesi: Ravenna dedicherà una piazza all’unità d’Italia con i busti di Cavour e Mazzini ed ha istituito un comitato celebrativo che, come prima iniziativa, ha proposto, per il 4 Agosto, una grande festa popolare; inoltre il prossimo 2 Giugno la Rai dedicherà uno speciale su come viene celebrato oggi il Risorgimento a partire da alcuni servizi realizzati proprio a Ravenna e in Romagna. A Forlì il 150° si è aperto con una mostra e un ricordo del plebiscito di annessione del marzo 1860, e continuerà con altre segni importanti, fra i quali la riapertura nel piano nobile di palazzo Gaddi delle sale sede del Museo del Risorgimento.

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG