Procedimento di smaltimento rifiuti dell’area ex Orsi mangelli

Le attività di bonifica dell’ area ex Orsi Mangelli sono state più volte modificate e ripetutamente sospese dal 2007 ad oggi. A seguito della verifica da parte dei NOE, il Comune di Forlì è stato autorizzato a presentare un nuovo cronoprogramma per lo smaltimento dei rifiuti.

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
09.07.2010 
Foglio Notizie n. 314
 
PROCEDIMENTO DI SMALTIMENTO RIFIUTI DELL’AREA EX ORSI MANGELLI

area-ex-mangelli-sitoLe procedure di smaltimento dei rifiuti speciali pericolosi “CER 170503” (terre e rocce contenenti sostanze pericolose) dell’area ex Orsi Mangelli sono iniziate nell’ottobre 2007, a seguito di approvazione di progetto di bonifica da parte degli enti competenti. Le attività di bonifica sono state più volte modificate dal 2007 ad oggi a causa del rinvenimento imprevedibile in alcune aree, durante le operazioni di scavo, di materiale pericoloso e da variazioni dovute alle modifiche della normativa ambientale. Le attività di bonifica sono state ripetutamente sospese, e riprese dopo la delibera della Giunta comunale del 20 ottobre 2009, che stabiliva di finanziare la rimozione e lo smaltimento dei maggior quantitativi di rifiuto determinatisi. Dopo l’approvazione anche da parte del Consiglio comunale, le attività di bonifica sono riprese in data 26 novembre 2009 e interrotte nuovamente in data 2 dicembre 2009, a causa del ritardo per ottenere l’autorizzazione da parte delle autorità transfrontaliere per lo stoccaggio dei rifiuti pericolosi in discariche autorizzate in Austria. Il ritardo è stato causato dalla variazione della normativa austriaca per le gestione di rifiuti pericolosi.
In data 11/5/2010 il Nucleo Operativo Ecologico di Bologna, del Corpo dei Carabinieri, ha proceduto ad una ispezione e contestuale sequestro della piazzola di stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi.
In data 12/5/2010 viene emesso l’atto di consenso al trasporto e conferimento in Austria del terreno contaminato da parte del Ministero austriaco competente.
In data 20/5/2010, l’Amministrazione Provinciale rilascia l’autorizzazione al trasferimento dei rifiuti presso la discarica austriaca.
In data 21/5/2010 il Magistrato competente, su specifica istanza del Direttore dei Lavori (dirigente del Comune di Forlì), autorizza a:
a) accedere all’area oggetto di sequestro per interventi di controllo e ripristino coperture cumuli sotto il controllo della Polizia Giudiziaria che ha effettuato il sequestro;
b) procedere allo smaltimento dei rifiuti sotto il controllo della Polizia Giudiziaria che ha effettuato il sequestro.
 
In seguito il Direttore dei lavori del Comune di Forlì ha presentato un cronoprogramma per le attività di smaltimento con inizio previsto per il 7 giugno 2010. Le attività, però, non sono state avviate a seguito della richiesta di verifica da parte dei NOE della identificazione delle aree contenenti rifiuto non pericoloso, inizialmente non considerate, e della determinazione della volumetria complessiva delle aree da smaltire. Al termine di tali verifiche, in data 6/7/2010, il Comune di Forlì è stato autorizzato a presentare un nuovo cronoprogramma per lo smaltimento dei rifiuti, cosa che è avvenuta in data 8/07/2010 e che prevede l’inizio delle attività in data 13 luglio 2010.

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG