“E’ necessaria attenzione alla salute delle donne”

Dichiarazione dell’Assessore alle Pari Opportunità Maria Maltoni

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
03.05.2010
Foglio Notizie n.201
 
“E’ NECESSARIA ATTENZIONE ALLA SALUTE DELLE DONNE”:
DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE ALLE PARI OPPORTUNITA’ MARIA MALTONI
 
“Come Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Forlì sento il dovere di ringraziare Gianfranco Gori, il primario di Ostetricia, per l’allarme da lui lanciato sulla carenza di personale in un reparto così cruciale per la salute delle donne, non solo forlivesi. Non so ancora  mentre scrivo se la direzione dell’AUSL – come spero – abbia risolto la questione, ma averla posta pubblicamente, testimonia anche l’onestà  intellettuale del dott. Gori, di cui è ben nota la professionalità. Troppo spesso infatti si ragiona di numeri e non di persone e delle persone non si declinano le specificità, cosa che nel caso delle donne è imprescindibile, dato che l’umanità consta di due generi, quello femminile e quello maschile. E cosa è più importante per una donna, dal punto di vista sanitario, del buon funzionamento delle strutture che forniscono ecografie, isteroscopie, amniocentesi, visite ginecologiche e del pronto soccorso ostetrico?
Sarebbe veramente preoccupante se le problematiche emerse in relazione alla gestione della sanità forlivese in termini di bilancio, dovessero  ripercuotersi sull’adeguato funzionamento proprio di reparti come Ostetricia. Le “eccellenze sanitarie” sono certo importanti, ma la quotidianità della vita sanitaria di ogni donna, lo è altrettanto. Qualche anno fa Forlì fu sotto i riflettori perché fu il primo ospedale pubblico in Italia che mise a disposizione gratuitamente il “parto indolore” per le pazienti che lo richiedevano, per questo la denuncia del dott. Gori è ancora più preoccupante. Credo anche che vada aperta una riflessione su una applicazione integrale della legge 194, come l’associazionismo femminile sollecita. Mi riferisco in particolare a quella parte della legge che si riferisce alla maternità e paternità responsabile ed alla informazione sulla contraccezione , unico vero strumento per contrastare il dramma dell’aborto, che oggi per molte donne – straniere in particolare – sta ritornando ad essere clandestino.
Questo è il tema centrale da affrontare nei prossimi mesi, anche a livello locale, dedicando maggiori risorse ed attenzione alle attività di informazione sulla procreazione responsabile, facendo crescere la consapevolezza delle/degli adolescenti, rivolgendosi con azioni mirate alle donne migranti per fornire percorsi di mediazione culturale utili a far maturare nuove consapevolezze. I dati statistici evidenziano come siano in maggioranza donne con figli, che non utilizzando contraccettivi sicuri o di fronte a fallimenti della contraccezione, ricorrono alla interruzione volontaria della gravidanza. Un dramma che segna la vita di troppe donne e che si può e deve evitare con azioni concrete di prevenzione”.
 
Maria Maltoni
Assessore Pari Opportunità e conciliazione del Comune di Forlì

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG