Contrasto all’inquinamento da PM10: attivata a Forlì la sperimentazione di un sistema innovativo

Il livello delle polveri sottili nel Comune di Forlì si mantiene elevato come nelle altre città della pianura padana.

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
17.03.2010
Foglio Notizie n.115
 
CONTRASTO ALL’INQUINAMENTO DA PM10: ATTIVATA A FORLI’ LA SPERIMENTAZIONE DI UN SISTEMA INNOVATIVO
 
Il livello delle polveri sottili nel Comune di Forlì si mantiene elevato come nelle altre città della pianura padana. Il limite di 50 microgrammi/metro cubo è stato superato per 33 volte dall’inizio dell’anno. Come già annunciato l’Amministrazione sta organizzando azioni strutturali sulle tre principali sorgenti di emissione di polveri sottili: traffico, condizionamento ambientale e attività industriali. Si stima che circa la metà delle emissioni di polveri sottili causate da traffico siano prodotte dalla sospensione di polveri che poi vengono movimentate da altri veicoli. Per questo motivo non è sufficiente limitare la circolazione dei veicoli più inquinanti.

Nell’ambito delle iniziative attivate per contrastare l’inquinamento da polveri sottili parte a Forlì (prima città romagnola a testare il metodo di biofissaggio delle polveri sottili) la sperimentazione del Micropan Biofix, prodotto biologico totalmente privo di tossicità sia per l’uomo che per l’ambiente, che ha l’obiettivo di fissare all’asfalto le PM10, evitandone il risollevamento da parte del traffico veicolare. Tale prodotto consente quindi la riduzione delle polveri sottili e agisce sui componenti complessi quali ad esempio il benzene scomponendoli in elementi più semplici e quindi riducendo il loro effetto tossico. L’utilizzo del prodotto permetterà il “fissaggio” al suolo per via biochimica degli inquinati che, non essendo più veicolati in aria, non potranno raggiungere le vie respiratorie, riducendo conseguentemente il rischio sanitario e contribuendo a rendere più agevole il rispetto dei limiti di legge. Si assisterà inoltre alla contestuale degradazione (da parte della componente enzimatica del prodotto) dei composti aromatici depositati su di esse, quali ad esempio il benzene.

Per la fase di sperimentazione (effettuata negli ultimi anni in altre città italiane tra cui Milano, Torino, Mestre, Como, Pordenone, ecc.) è prevista la nebulizzazione del prodotto miscelato ad acqua direttamente sul manto stradale. Gli interventi hanno preso avvio in questi giorni e si protrarranno per tre settimane. Verranno  effettuati durante le prime ore del mattino sia per non creare intralcio al traffico cittadino sia in quanto all’alba le polveri soggette al risollevamento risultano depositate sulla sede stradale. Si proseguirà tre volte a settimana ininterrottamente fino al 3 aprile, salvo piogge o condizioni meteorologiche particolari. Nel corso delle precedenti sperimentazioni nel centro-nord Italia si è assistito ad un abbattimento delle PM10 tra il 15 ed il 25%: ARPA Piemonte ed ARPA Lombardia hanno evidenziato a tale proposito abbattimenti rispettivamente del 17% e 19%.

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG