Comune di Forlì: liberalizzate le licenze di somministrazione

Apertura senza vincoli numerici per le nuove attività ma con più elevati standard di qualità dei servizi offerti alla clientela.

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
18.08.2010 
Foglio Notizie n. 359
 
COMUNE DI FORLI: LIBERALIZZATE LE LICENZE DI SOMMINISTRAZIONE

liberalizzate le licenze di somministrazione Apertura senza vincoli numerici per le nuove attività ma con più elevati standard di qualità dei servizi offerti alla clientela.
 
Sono recentemente entrati in vigore i nuovi criteri di programmazione che disciplinano le aperture ed i trasferimenti di sede degli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande (in tutte le varie espressioni, quali bar, ristoranti, pizzerie e così via). Dando attuazione in ambito locale alle disposizioni vigenti in materia di tutela della concorrenza e del mercato, che non consentono più la predisposizione di strumenti di programmazione attraverso la fissazione di contingenti numerici per le autorizzazioni, né la predeterminazione di quote di mercato ad appannaggio delle varie tipologie di esercizio, si è operata la scelta della “liberalizzazione” delle attività subordinandone tuttavia l’apertura, oltrechè alle regolamentazioni in materia urbanistica, igienico-sanitaria e della sicurezza, alla piena accessibilità delle nuove strutture (locali ed aree esterne) anche da parte delle persone disabili o, in subordine, al raggiungimento di determinati standard in termini di superfici minime.
“E’ importante sottolineare – spiega l’assessora allo Sviluppo Economico e attività produttive Maria Maltoni -  che i nuovi criteri di programmazione si collocano nell’ambito di una strategia più complessiva rivolta alle attività di pubblico esercizio, che mira non solo ad elevarne gli standard qualitativi. Si potranno, infatti, aprire nuove attività e ciò contribuirà alla qualificazione dell’offerta, se ci saranno soggetti imprenditoriali in grado di cogliere le opportunità offerte dalla nuova normativa. Basti ricordare, in proposito, il recente intervento sulla disciplina degli orari che mira a contemperare le esigenze di mantenere viva e “presidiata” la città anche nelle ore serali e notturne, con le giuste esigenze dei residenti, il rafforzamento dell’azione di controllo attraverso la Polizia Municipale, il sostegno alle attività economiche in genere attraverso il rafforzamento degli organismi di garanzia del credito”. “Entro l’anno – conclude Maltoni – e sempre in materia di pubblici esercizi, sarà poi presentata una nuova disciplina riguardante i “dehors” per far sì che le aree esterne attrezzate siano sempre di più un elemento di valorizzazione, non solo dell’attività, ma anche del contesto urbano in cui si collocano”.

Tag:,

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG