Il Sindaco di Forlì Roberto Balzani:”Oddo Biasini, statista scrupoloso e galantuomo

Pare ancora impossibile che questo grande romagnolo – uno dei padri della Repubblica nella nostra terra, fin dalla Resistenza – non ci sia più.

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
08.07.2009
Foglio Notizie n. 193
 
IL SINDACO DI FORLI’ ROBERTO BALZANI: “ODDO BIASINI, STATISTA SCRUPOLOSO E GALANTUOMO”
 
“Oddo Biasini, per tanti romagnoli e non solo per i repubblicani come lui, ha rappresentato la quintessenza del deputato della nostra terra: un uomo gioviale, appassionato e diretto; uno statista scrupoloso; un galantuomo. Era erede di una tradizione nobile, che nella sua Cesena aveva potuto vantare nomi illustri, come Ubaldo Comandini e Cino Macrelli. Abbeverandosi a quei modelli, Oddo aveva tratto il carattere distintivo del suo modo di fare politica, che descriverei così: l’innesto del classicismo politico repubblicano di fine Ottocento e del primo Novecento sul tronco della “rivoluzione culturale” che Ugo La Malfa aveva imposto al Pri, sovvertendone all’epoca del primo centro-sinistra l’impianto politico ormai antiquato e consunto. Il sodalizio fra Biasini e Ugo La Malfa fu fondamentale per il rilancio del repubblicanesimo negli anni Sessanta e soprattutto per la tenuta del partito romagnolo, all’epoca dilaniato da forti contrasti fra fautori dell’innovazione e fautori della conservazione. Oddo sacrificò il seggio della sua Cesena, quello che era stato di Cino Macrelli, affinché Ugo La Malfa potesse sedere in Parlamento; e solo quando, nel 1968, il partito riprese quota dal punto di vista elettorale, varcò la soglia di Montecitorio. Deputato per più legislature, sottosegretario alla Pubblica istruzione – dove seppe far valere la sua competenza professionale negli anni tormentati della contestazione giovanile -, ministro dei Beni culturali, e quindi erede del dicastero fondato da Giovanni Spadolini, segretario del Pri, Oddo Biasini è stato una figura centrale della Repubblica Italiana nel periodo della sua piena maturità. E’ difficile oggi, per chi, come il sottoscritto, l’ha conosciuto fin da ragazzo, accettare l’idea che Oddo non ci sia più: e se anche negli ultimi anni gli acciacchi e l’età avanzata l’avevano reso fatalmente isolato, egli restava nell’immaginario dei molti che l’avevano conosciuto ed apprezzato come il mitico deputato che girava il territorio in bicicletta, dalle sopracciglia folte e nerissime, dall’accento inconfondibile, dall’impatto schietto della gente di una volta. Pare ancora impossibile che questo grande romagnolo – uno dei padri della Repubblica nella nostra terra, fin dalla Resistenza – non ci sia più: e raccoglierne l’eredità morale, ma soprattutto la poderosa carica umana, non sarà facile per chi, in futuro, vorrà provare a rappresentare con altrettanta abnegazione la nostra regione nelle istituzioni del Paese”.
 
Roberto Balzani
Sindaco di Forlì

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG