Albero in piazza? Non uno grande ma 30 “Alberi ecologici” costruiti dai ragazzi forlivesi

il bosco degli abeti

Progetto all’insegna della sobrietà, partecipazione ed educazione ambientale

UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI FORLÌ
24.11.2009
Foglio Notizie. 316
 
ALBERO IN PIAZZA? NON UNO GRANDE MA TRENTA “ALBERI ECOLOGICI” PIÙ PICCOLI COSTRUITI DAI RAGAZZI FORLIVESI
Progetto all’insegna della sobrietà, partecipazione ed educazione ambientale
 
Trenta alberi per un Natale all’insegna della sobrietà, della partecipazione e dell’educazione ambientale. Quest’anno, al posto dell’albero tradizionale, in Piazza Saffi verrà realizzato un allestimento creativo che vedrà coinvolti studenti della Scuola Media “Maroncelli”, i ragazzi del centro di aggregazione “Officina 52” e altre realtà associative forlivesi. Si tratta di un percorso di costruzione partecipato che coinvolgerà giovani ed educatori ed avrà come momento centrale l’allestimento degli alberi attraverso il riutilizzo dei materiali. Il progetto patrocinato dagli Assessorati all’Ambiente e alla Partecipazione, nasce da un’idea dell’architetto Simona Zoffoli e dell’artista Davide Sarasini, in collaborazione con il gruppo “Clusterize!”. I coordinatori spiegano che “ripensare oggetti dimenticati o gettati del nostro quotidiano usandoli come materia per elaborare nuove forme e linguaggi e per sperimentare la creatività, è un modo per recuperare il significato della rinascita e del rinnovarsi della vita. Farlo con giovani forlivesi di realtà diverse e in occasione del Natale rappresenta un importante momento educativo e un’occasione di coinvolgimento dell’intera Città”. L’iniziativa mira a rafforzare lo spirito di collaborazione e solidarietà del Natale. I circa 30 alberi natalizi addobbati con materiali recuperati saranno collocati in Piazza ed allieteranno l’intero periodo delle festività fino all’Epifania. Il progetto è parte della programmazione predisposta dall’Amministrazione comunale di Forlì in collaborazione con associazioni di categoria, operatori e mondo del volontariato, che prevede anche animazione e intrattenimento, luminarie nei principali corsi, mercati straordinari, il mercatino natalizio sotto la torre civica e rassegne di presepi fra cui quelle allestite alla Rocca di Ravaldino e alla sala XC Pacifici in Municipio. Oltre a valorizzare educazione ambientale e partecipazione, il Comune ha ritenuto di caratterizzare la sua scelta anche in chiave di solidarietà ai lavoratori e alle famiglie colpite dalla crisi economica. In questa prospettiva si muove la decisione dell’Amministrazione che prevede una riformulazione degli interventi, una riduzione delle luminarie e un maggior coinvolgimento del tessuto scolastico e associativo. Il risparmio derivante dall’impostazione del programma consentirà all’Amministrazione di recuperare circa 18.000 euro che saranno impiegati per sostenere il Fondo per le misure straordinarie anti-crisi in favore delle persone che hanno perso il lavoro o in cassa integrazione. Alla base dell’iniziativa stanno quindi sobrietà, condivisione e solidarietà, caratteri fondanti dello spirito natalizio.

Tag:

Parla con Noi

Contatta la redazione : redazione@informaforli.it.

Rimani aggiornato in tempo reale sulle ultime notizie con RSS Feeds

Collegamenti

Comune di Forli' - Portale Istituzionale

Forli' Ambiente - Portale Tematico sulle politiche ambientali

TAG